in:

Incidente mortale ieri sera a Carpi: Giuseppe Merighi, noto scultore carpigiano di 78 anni, è stato travolto da un’auto in via Cattani. E’ morto poco dopo in ospedale. Due incidenti gravi anche alle porte di Modena e a Spilamberto.

Giuseppe Merighi, 78 anni, nato e vissuto sempre a Carpi, era uno scultore noto soprattutto come medaglista, fama che lo ha portato a realizzare opere per il pontificato di Papa Giovanni Paolo II e per il sacerdozio del cardinale Camillo Ruini. Ieri sera, verso le 19, l’artista stava attraversando via Cattani, a Carpi, pare spingendo a mano la sua bicicletta. Merighi però non si trovava sul nuovo e illuminato passaggio pedonale, poco lontano, nonostante la strada sia molto trafficata, bensì in una zona in quel momento avvolta dal tramonto. In quel momento è arrivata una Fiat Punto, guidata da un 30enne di Modena. L’automobilista probabilmente non ha visto l’uomo in mezzo alla strada e lo ha travolto, frenando troppo tardi e trascinandolo per vari metri. Il pensionato è stato portato subito dal 118 all’ospedale Ramazzini, ma verso la mezzanotte è deceduto. Sul posto per i rilievi la polizia municipale. E altre due incidenti molto gravi si sono verificati sempre tra la sera e la notte di ieri, nel giro di poche ore. Sul ponte di Sant’Ambrogio, in via Emilia, alle 19, una moto e una vettura si sono scontrate: il centauro, di 34 anni, è finito a terra riportando varie lesioni. E’ stato trasportato a Baggiovara dal 118 dove è stato ricoverato in prognosi riservata. E a Spilamberto, su via Vignolese, un’auto all’1.30 è finita fuori strada, schiantandosi contro un platano. Il ragazzo di 25 anni ha riportato ferite gravi.


Riproduzione riservata © 2016 TRC