in:

Alcuni modenesi sono stati denunciati per invasione di terrenni e danneggiamento, per aver partecipato ad un Rave sul Po, lo scorso agosto. La manifestazione suscitò molte polemiche.

Ci sono anche giovani modenesi, di varie estrazioni sociali, fra i 296 denunciati dalla digos di Reggio Emilia per aver partecipato a un rave party, dal 9 all’11 agosto, organizzato nella golena del Po a Guastalla. L’accusa per tutti è di invasione di terreni e danneggiamento. La manifestazione suscitò molte polemiche a causa della morte di un motociclista di Brescello, travolto da un’auto guidata dai uno dei partecipanti alla festa che aveva assunto sostanze stupefacenti. I ragazzi del rave party arrivavano da tutta Italia, e non sono escluse altre denunce nei prossimi giorni.


Riproduzione riservata © 2016 TRC