in:

Hanno picchiato il vice responsabile di un Eurospin di Nonantola per arrivare ai soldi della cassaforte, ma i due rapinatori se ne sono dovuti andare a mani vuote. In ospedale invece il dipendente.

Erano in due e sono arrivati all’Eurospin di Nonantola, in via Sacco e Vanzetti, alle 6.30 di questa mattina. Il vice responsabile del punto vendita stava aprendo le porte e ha pensato che i due uomini, con accento dell’Est Europa, fossero camionisti per una consegna. Ma un attimo dopo è comparsa una pistola. Il dipendente è stato costretto a entrare, mentre i rapinatori continuavano a urlare di aprire la cassaforte. E quando il vice responsabile ha spiegato che non era possibile, che la cassaforte può essere aperta solo dagli addetti del portavalori, i due hanno colpito l’uomo, lo hanno strattonato, minacciato di morte, poi hanno calato con violenza il calcio della pistola sulla sua testa. I rapinatori a quel punto, forse temendo l’arrivo di altre persone, sono scappati, a mani vuote. Il dipendente ha chiamato i carabinieri, ha aspettato l’arrivo dei militari per descrivere l’accaduto e le sembianze dei due uomini, che sul viso avevano calato i cappucci delle giacche. E’ stato subito medicato alla testa, poi accompagnato in ospedale per una sospetta frattura a un braccio. Serrate indagini sono in corso.


Riproduzione riservata © 2016 TRC