in:

Maxi sequestro da parte della guardia di finanza di Modena di capi d’abbigliamento contraffatti, delle più importanti griffe italiane ed estere. Posti sotto sequestro due capannoni a Modena est dove si produceva la merce.

96mila capi di importanti griffe assolutamente contraffatte: è il risultato di un maxi sequestro compiuto dalla Guardia di finanza di Modena che ha scoperto i due laboratori dove gli oggetti venivano prodotti. Anche i capannoni, che si trovano a Modena Est, sono stati posti sotto sequestro. A insospettire i finanzieri sono stati i furgoni in sosta nei cortili di aziende chiuse per ferie. Gli autisti, un modenese e un molisano, sono stati controllati e sui mezzi sono stati trovati dieci cartoni con capi di abbigliamento contraffatti. I militari hanno anche scoperto tre lavoratori in nero; i datori di lavoro sono stati denunciati.  Il sindacato: “Il maxi sequestro della Guardia di Finanza conferma l’esistenza di un’economia sommersa e illegale sempre più diffusa in tutta la provincia”: è il commento di Pasquale Coscia, della Cisl di Modena. Per contrastare questo fenomeno occorre estendere i controlli a tutta la filiera produttiva, conclude il sindacalista.


Riproduzione riservata © 2016 TRC