in:

Due incendi, nella notte, hanno colpito altrettante attività commerciali. Uno dei due roghi ha distrutto un chiosco in città. L’altro ha invece danneggiato il discount Ecu di Formigine.

Il primo rogo è scoppiato questa mattina alle 4, a San Felice. Il fuoco ha distrutto un chiosco in via Circondaria, adibito a bar. Sull’origine dolosa i carabinieri non hanno molti dubbi. Nei pressi della struttura è stata infatti trovata una bomboletta di gas. Un po’ più tardi, intorno alle 7, sono invece divampate le fiamme al supermercato Ecu di via Corassori a Formigine. Immediatamente è scattato l’allarme, e i residenti dello stabile, al piano superiore, hanno chiamato i pompieri. Il fuoco ha intaccato alcune scaffalature e la merce riposta, ma è stato spento prima che si allargasse al resto del locale. Più danni ha fatto il fumo, che ha annerito l’intero esercizio, rendendolo, di fatto, temporaneamente inagibile. Fuori uso anche l’impianto elettrico dal quale, secondo i rilievi di vigili del fuoco e carabinieri, sarebbe partita la scintilla che avrebbe fatto scoppiare l’incendio. Alessandro Zambelli, titolare da 15 anni dell’esercizio, non si è fatto scoraggiare da quello che ha trovato al suo arrivo e ha già iniziato i lavori di ristrutturazione. Anche le 4 dipendenti si sono messe al lavoro di prima mattina per riportare tutto alla normalità. Il supermercato riaprirà entro una settimana, assicura Zambelli.


Riproduzione riservata © 2016 TRC