in:

Non c’è pace fra i futuri sposi: un altro falso matrimonio è stato bloccato questa mattina. E’ il quarto, l’ultimo solo ieri. In manette l’aspirate marito perché inottemperante alla Bossi Fini.

Questo matrimonio non s’ha da fare, e quattro. Ormai a Modena arrivare al fatidico sì comincia a diventare ardua impresa. Almeno quando non si è proprio certi che si tratti del grande amore. Anche questa mattina, infatti, la polizia ha interrotto una cerimonia prima del “per sempre”: e dire che lo sposo si era dato un gran da fare perché tutto apparisse assolutamente regolare. Non a caso, si era presentato in un elegantissimo completo grigio scuro e un sorriso stampato sulle labbra. Se non che la futura moglie, una modenese di 38 anni, con precedenti per droga alle spalle, non appariva altrettanto certa della scelta, secondo l’ufficio demografico del Comune di Modena. Infatti, la donna risultava convivere, e da tempo, con altro uomo. E va bene che la gelosia non è più di moda, ma sembrava davvero troppo. Da qui la segnalazione alla questura, e alla successiva visita in municipio degli agenti della volante e dell’ufficio immigrazione. L’aspirante marito, un marocchino di 31 anni, è finito poi in manette, perché risultato già espulso, e domani sarà processato. Tutto questo avveniva, oltretutto, mentre in tribunale si trattava il caso di una marocchina 32enne, arrestata sempre per la Bossi Fini e sempre dopo un matrimonio sfumato che doveva essere celebrato ieri.


Riproduzione riservata © 2016 TRC