in:

L’incidente ieri sui torrioni Saragat, nel cuneese. Con Orlando Stivali, nato a Modena ma residente a Bologna, sono morti anche due liguri, precipitando da 200 metri sulla Rocca dell’Abisso.

E’ modenese d’origine, ma risiedeva a Bologna, una delle tre vittime dell’incidente in montagna avvenuto ieri nel cuneese: si tratta di Orlando Stivali, 58 anni, architetto, impiegato nel settore Urbanistica del capoluogo emiliano. Il suo corpo senza vita, insieme con quelli dei due compagni di escursione – un ligure di 61anni ed un medico di Sanremo – è stato recuperato nella tarda mattinata di oggi nella zona della Rocca dell’Abisso, nel territorio comunale di Limone Piemonte, al confine con la Francia. L’allarme era scattato ieri da altri escursionisti, presenti in loco. I tre escursionisti si trovavano sul versante italiano dei ‘torrioni Saragat’, vicino al Colle di Tenda: sembra i tre, a causa probabilmente anche della difficoltà dell’impresa alpinistica resa ulteriormente più ardua dalle condizioni metereologiche, siano caduti da un altezza di circa 300 metri. Soltanto questa mattina il recupero dei cadaveri. I torrioni Saragat raggiungono i 2585 metri di altitudine nel punto più alto e sono cime molto conosciute dai rocciatori e meno dagli escursionisti. La pericolosità della zona dal punto di vista alpinistico, secondo gli addetti del settore, è data dalla qualità della roccia, considerata non molto affidabile.


Riproduzione riservata © 2016 TRC