in:

Investito in pieno da un camion, a Sassuolo. Ennesimo incidente mortale sulle strade modenesi, e ancora una volta, a perdere la vita è stato un centauro.

Lo scontro è avvenuto in un tratto di strada dove si snoda ogni giorno un lunghissimo serpentone di camion, che fanno la spola tra le ceramiche di Sassuolo e il resto del mondo. La Pedemontana, tra Sassuolo e Fiorano, all’altezza della Kerakoll. Un vero e proprio caos quotidiano. Proprio per questo è ancora più difficile da ricostruire la dinamica che ha portato all’investimento di Mario Scalici, 54 anni, oggi alle 12.30. L’uomo, originario di Palermo ma residente a Formigine, domiciliato a Caslgrande, si trovava sulla sua moto Honda, e stava procedendo in direzione opposta a quella di un autoarticolato guidato da un rumeno di 34 anni, quando è stato travolto. Il camionista, regolare e residente a Ravarino, sotto shock, non sa spiegarsi come sia potuto accadere. L’impatto con il motociclista è stato violentissimo. La scena, per i numerosi testimoni, straziante. L’uomo è stato trascinato dalle ruote del veicolo per alcuni metri, morto sul colpo. Inutile l’intervento dei soccorsi. Per i rilievi sono intervenuti i vigili urbani di Sassuolo. Il corpo si trova ora in medicina legale, a Modena, a disposizione del magistrato Mariangela Sighicelli. Scalici lascia la moglie e tre figli.


Riproduzione riservata © 2016 TRC