in:

Schianto mortale in via Gherbella a San Donnino. A perdere la vita un giovane di 25 anni originario del Venezuela. 30 giorni di prognosi invece per un 34enne dominicano. Entrambi viaggiavano su di una motocicletta finita fuori strada. Il ferito denuncia: ‘qualcuno ci stava inseguendo’.

Poco prima delle cinque di stamattina due giovani che avevano trascorso la serata al Frozen di via Contrada, si sono schiantati contro il guardrail mentre su di una motocicletta Suzuki 650 percorrevano via Gherbella, in località San Donnino. Alla guida c’era Daniel Ruddy Mateo, 34 anni, sudamericano di Santo Domingo, residente a Campogalliano, rimasto ferito. Ha invece perso la vita il passeggero, Josè Alberto Malagoli, 25 anni nato in Venezuela ma residente a Modena in via San Faustino 155, assieme ai genitori. Le cause dell’incidente sono ora al vaglio della polizia stradale di Modena, quel che è certo è che i due giovani stavano percorrendo via Gherbella,  in direzione della via Vignolese, quando in prossimità del Torrente Tiepido, invece di curvare a destra, la motocicletta ha proseguito la corsa finendo sulla pista ciclabile della Modena-Vignola. Nel violento impatto Josè Alberto Malagoli è stato sbalzato violentemente dalla Suzuki contro la spalla del ponte. Per lui non c’è stato più nulla da fare. Ferito e ricoverato all’ospedale di Baggiovara con una prognosi di 30 giorni, Daniel Ruddy Mateo ha raccontato ai poliziotti una versione dell’accaduto sulla quale si stanno ancora cercando riscontri. Il giovane ha infatti detto di avere perso il controllo della motocicletta perchè erano inseguiti, da chi e perchè però non è chiaro. Sul posto per i soccorsi e ambulanze del 118 con l’auto medica.


Riproduzione riservata © 2016 TRC