in:

E’ stata fatta brillare in mattinata, a Portile, una bomba a mano trovata in un canalone di scolo delle acque. E’ il quarto ordigno di questo tipo rinvenuto in zona nel giro di qualche giorno.

Gli artificieri dell’Esercito di stanza a Piacenza sono arrivati nella periferia modenese nella tarda mattinata di oggi. Erano loro, infatti, ad essere stati incaricati di far brillare l’ennesimo residuato della seconda guerra mondiale trovato, in questi giorni, nelle campagne modenesi. Ieri pomeriggio, un uomo, mentre stava passando lungo via Tincani e Martelli, all’inizio dell’abitato di Portile, aveva intravisto nel fango del canale di scolo delle acque quello che sembrava un ordigno e ha avvertito i carabinieri. In effetti si trattava di una bomba a mano tipo “Mk2 Ananas”, in discreto stato di conservazione, risalente all’ultimo conflitto mondiale. La zona è stata transennata e in mattinata è cominciata l’attesa per l’arrivo degli artificieri da Piacenza. E’ il quarto ordigno di questo tipo ritrovato in zona in pochi giorni. Sabato scorso, infatti, in via Agrigento, nell’attigua frazione di Paganine, erano state fatte brillare altre due ananas di fabbricazione americana che erano state rinvenute da alcuni residenti mentre sfalciavano l’erba. Una prima bomba a mano, rinvenuta sempre a Paganine, il giorno prima di Ferragosto, era stata fatta brillare immediatamente sul posto.


Riproduzione riservata © 2016 TRC