in:

E’ iniziato nelle prime ore di questa mattina l’esodo verso le località di villeggiatura. Traffico intenso su tutta la rete autostradale, da bollino rosso quindi. Domani è attesa la massima concentrazione di auto sulle strade, con bollino nero dalle 6 alle 22. Ad agosto saranno 130 milioni i veicoli in viaggio.

Via tutti i cantieri mobili nei fine settimana, stop ai mezzi pesanti, richiamo alle partenze intelligenti, monitoraggio continuo e personale mobilitato. Anas e Aci, quest’anno per la prima volta insieme, cercano in ogni modo di evitare disagi agli automobilisti in partenza per le località di villeggiatura. Complice la chiusura delle fabbriche, i week end che vanno da oggi al 4 agosto, e dal 7 all’11, sono i momenti critici per partire in auto, fanno sapere gli esperti, meglio quindi organizzarsi. La giornata clou, possibilmente da evitare, è domani, quando il bollino che indica i flussi di traffico segnerà nero, dalle 6 alle 22. Situazione simile sabato 9 agosto. Oggi, il bollino è già rosso, sono infatti molti gli automobilisti in viaggio, nella speranza di anticipare il grande esodo. Autostrade per l’Italia riferisce di circolazione intensa su tutta la rete dalle prime ore della mattinata. In particolare è difficile spostarsi sulla A1, verso sud, e sulla A14, verso le località di mare e sulla Salerno-Reggio Calabria. Per chi si trovasse in difficoltà, Aci segnala il numero 803116. Per saperne di più sul traffico, è invece disponibile il numero verde 800-290-092. Atcm ricorda che, per raggiungere le località della riviera romagnola in tutta tranquillità e sicurezza, si può salire sui bus della linea mare, fino al 31 agosto. Infine, qualche consiglio dello sportello Sos turista: prima di partire controllare i documenti dell’auto, e, se si va all’estero, la copertura sanitaria. Per evitare poi brutte sorprese all’arrivo, pretendere depliant illustrativi, e copia del contratto per il pacchetto tutto compreso. In caso di modifiche impreviste a quanto pattuito infine, far valere i propri diritti, chiedendo il recesso o il rimborso.


Riproduzione riservata © 2016 TRC