in:

L’intenzione era di svaligiare una villa, approfittando dell’assenza dei proprietari in ferie. Ma la casa non era comunque vuota e i ladri sono finiti in manette. La polizia la notte scorsa ha arrestato due professionisti dello scasso.

Ad accorgersi dei rumori la domestica ucraina, rimasta sola nella villa di via Moreali dopo che i proprietari erano partiti per le ferie. La donna si è chiusa in casa e ha chiamato la polizia. Una pattuglia della volante è arrivata subito, e ha visto il cancello della casa forzato. Gli agenti sono entrati nel giardino e, abbandonata vicino a una siepe, hanno trovato una sacca zeppa di attrezzi da scasso di ogni tipo. Una finestra era aperta, chiaramente forzata, e due ombre si stavano allontanando. La polizia ha così bloccato i due uomini che cercavano di scappare e che hanno anche tentato di reagire all’arresto. In manette due modenesi di 48 e 62 anni, il più giovane residente a Piacenza, ma di fatto domiciliato a Serramazzoni, dove aveva anche l’obbligo di non allontanarsi di sera. I due hanno un lungo elenco di precedenti specifici, e la scorsa notte sono arrivati alla villa ben attrezzati, con il volto coperto da passamontagna per non essere riconosciuti e per nascondersi meglio al buio, guanti sulle mani per non lasciare impronte e un set di chiavi universali. I due, inoltre, erano arrivati in via Moreali, con l’intenzione di mettere a segno un colpo notevole, a bordo di una Fiat 500 rubata. Fondamentale per l’arresto i piani specifici attuati dalla polizia, proprio contro i furti nelle case, che ha permesso un interbento tempestivo.


Riproduzione riservata © 2016 TRC