in:

Non ce l’ha fatta il centauro di 41 anni di Formigine che con la sua moto da cross è finito fuori strada battendo violentemente la testa. E’ deceduto poche ore dopo l’incidente. E a Prignano è morta una 56enne travolta da un’auto.

A poche centinaia di metri da casa, in sella alla sua moto da cross è caduto mentre percorreva via Guido Rossa a Formigine, in zona Quattro passi ed è deceduto poche ore dopo il ricovero all’ospedale. E’ successo verso le 21,00 di ieri sera. La vittima si chiamava Massimo Bartolacelli aveva 41 anni ed abitava a Formigine in via Prampolini assieme alla moglie e due figlie. Secondo le prime ricostruzioni pare che il motociclista non indossasse il casco, particolare che purtroppo si è rivelato fatale. Nella caduta, il 41enne ha infatti battuto la testa al suolo. Sul posto sono subito intervenuti i vigili urbani di Formigine, che dovranno stabilire la dinamica dell’incidente e l’ambulanza del 118. Massimo Bartolacelli è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Baggiovara in condizioni disperate. Poche ore dopo, verso le 23,00, il decesso nel reparto di rianimazione dell’ospedale. Ed è deceduta sul colpo una donna a Prignano, dopo essere stata investita da un automobilista che aveva bevuto troppo per stare alla guida. A pochi metri da casa è morta Carla Bonacci, casalinga di 56 anni. L’incidente si è verificato poco prima delle 21 in via Val Rossenna. La donna era uscita di casa e mentre stava rientrando è stata investita. Alla guida dell’autovettura si trovava un uomo di 48 anni residente a Polinago che si è subito fermato per prestare soccorso. Per i rilievi di legge sul posto una pattuglia dei carabinieri che ha sottoposto il conducente del mezzo al test dell’etilometro. L’investitore avae una tasso alcolemico pari a 0,85 quando il limite di legge per mettersi alla guida e di 0,50. E’ stato denunciato.


Riproduzione riservata © 2016 TRC