in:

212 milioni di imposte dirette evase e altri 70 di iva, scoperti dalla guardia di finanza nei primi 6 mesi dell’anno. Ma il comandante provinciale lancia l’allarme: il vero problema ora è il lavoro nero.

137 lavoratori in nero trovati in 115 controlli delle fiamme gialle, spesso a campione, in appena sei mesi. Una situazione che fa dire al comandante provinciale che in questo momento nel modenese è fra i problemi più gravi. Il fenomeno, tra l’altro, colpisce tutti i settori, dall’edilizia alla ristorazione. Il dato sui risultati dell’attività nei primi 6 mesi del 2008 è stato fornito in occasione dell’anniversario della fondazione del corpo della guardia di finanza. E non c’è solo lavoro nero: recuperati 212 milioni di imposte evase e 70 di iva, e 15 evasori totali scoperti, ma il comandante provinciale parla comunque di economia sana tanto è che le verifiche che hanno portato a scoprire evasioni sono state eseguite sempre a seguito di indagini. Del resto, aggiunge Giordano, sono in calo le mancate emissioni di scontrino fiscale e sono anche tanti i modenesi che segnalano i casi sospetti e non sono mai segnalazioni anonime. E ancora: 85 chili di droga varia sequestrati, 15 gli arresti in materia, anche grazie alla collaborazione con tutte le forze dell’ordine.


Riproduzione riservata © 2016 TRC