in:

Fiumi esondati, garage allagati, gravi danni ad abitazioni e auto sommerse dall’acqua. Quella passata è stata una notte in bianco per tanti modenesi. Ecco le situazioni più critiche, da Spezzano a Modena città.

SPEZZANO. A Spezzano, in via Matteotti, il Fossa, esondato, ha completamente allagato 18 garage. Una palazzina nuova, garage interrati con le auto parcheggiate completamente sommersi dall’acqua del torrente Fossa che, poco dopo mezzanotte, è esondato causando gravi danni in una zona di nuova costruzione. Residenti esausti dopo una notte in bianco e in costante allerta dopo l’arrivo tempestivo dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine e senza luce da ieri sera. Vigili del fuoco, arrivati a dar manforte anche da Bologna e Piacenza, al lavoro per ore con le idrovore, un lavoro necessario, ma in alcuni momenti inconcludente, perchè quanta acqua pompavano fuori altrettanta ne entrava dentro. 18 i garage allagati… FIORANO. E dal Comune di Fiorano fanno sapere che stanno affrontando l’emergenza con tutte le forze a disposizione. Situazioni critiche, oltre che in via Matteotti a Spezzano, sono state segnalate in molti punti dell’intero territorio comunale. Molte sono già state risolte, in altre si sta ancora lavorando. Dopo una riunione con il sindaco, priorità è stata data alle situazioni più urgenti, solo in un momento successivo saranno decisi gli interventi di accertamento danni. Ma il torrente Fossa ha creato grossi problemi anche a Formigine, nella zona di Colombarone… COLOMBARONE. Un’altra situazione di forte criticità ha interessato Formigine, a Colombarone di Magreta. Anche in questo caso è il torrente Fossa ad avere creato i problemi. L’ondata di piena ha travolto il ponte del frantoio Cottafavi. Un pezzo del manufatto si è letteralmente staccato ed è finito nell’alveo del torrente. L’acqua ha poi eroso gran parte del terrapieno. Vigili urbani, protezione civile e tecnici del comune di Formigine stanno monitorando passo passo l’evolversi della situazione. Si tratta di un ponte privato, quindi non c’è un pericolo immediato per i residenti, ma l’allarme resta alto perchè è attraversato da un metanodotto…. SAN MICHELE DEI MUCCHIETTI. Situazione difficile e preoccupante per tutta la notte e la mattina anche a San Michele dei Mucchietti di Sassuolo, in particolare la strada provinciale che collega Sassuolo a Prignano. Molti canali che fluiscono nel Secchia hanno superato le sponde inondando abitazioni. La Diga di San Michele dei Mucchietti è tenuta costantemente monitorata dai Vigili del Fuoco, dalla Protezione civile. In caso di grossi flussi d’acqua dalla montagna, la traversa sul fiume Secchia diverrà strategica nel prevenire ulteriori e più pericolose alluvioni. La strada provinciale che sale verso Prignano, questa mattina, intorno alle 11, è stata bloccata per permettere ai Vigili di rimuovere un auto impantanata, in prossimità di una delle abitazioni andate sott’acqua. Garage e scantinati pieni di fango e pezzi di legno portati dall’acqua. NIRANO. Almeno 150 persone sono state soccorse la scorsa notte a Nirano, nei pressi della Riserva delle Salse. Due laghi sono tracimati e le acque hanno travolto le auto parcheggiate davanti al pub Arnold. È finita in modo drammatico la serata degli avventori del pub Arnold di Spezzano, all’inizio della Riserva delle Salse di Nirano. A causa dell’esondazione dei due laghi delle Salse, l’acqua è scesa tumultuosamente a valle, travolgendo le automobili parcheggiate sul lato della strada. Nessuno è rimasto ferito, ma i danni sono parecchi. I proprietari dell’immobile, Mariarosa ed Erio Fiorentini, hanno chiamato i soccorsi, Croce Rossa e Vigili del fuoco. La forza dell’acqua ha strappato l’asfalto dalla strada; lungo campi, questa mattina si trovavano le carpe dei laghetti. Qualche centinaio di metri più a valle un’altra situazione a rischio, il ponte di Torre delle Oche a fatica ha retto l’impatto delle acque. E’ un ponte che da subito ha creato problemi, ricordano i residenti. Andrebbe alzato di qualche metri, ad esempio alla stessa altezza del vecchio ponte di ferro pedonale, che invece ha retto alla furia delle acque. VIGNOLA. Nella zona tra Vignola e Ca’ di Sola allagamenti sono stati registrati soprattutto sulle strade a causa dell’esondazione dei canali di scolo che corrono lungo le vie principali. Imponente la massa d’acqua caduta in poche ore. Attorno alle 8 di questa mattina difficoltà nella circolazione sono state segnalate in tangenziale nella zona tunnel e nella nuova rotatoria sulla via per Sassuolo, ma anche in alcune vie del centro. Automobilisti a passo d’uomo, qualche vettura ferma. A Ca’ di Sola, il torrente Nizzola è esondato allagando garage e scantinati di alcune delle abitazioni rurali che sorgono a ridosso degli argini. A Cavidole, chiusa la Proprietari, tecnici comunali e vigili del fuoco impegnati a tentare di risolvere le situazioni più difficili. MODENA. Problemi conseguenti al maltempo anche a Modena città. Chiusi per allagamento i sottopassi di Cognento e di via Capitani dove l’acqua ha raggiunto un livello di circa un metro. Chiuso il sottopasso in zona Raffaello per via di un’auto rimasta incastrata. In tilt anche il nuovo sottopassaggio di San Cataldo. Circolazione temporaneamente sospesa su strada Galassi, a Baggiovara. I problemi si sono acuiti nel corso della mattinata man mano che l’onda di piena che ha interessato corsi d’acqua e torrenti si avvicinava alla pianura. Tra gli abitati più colpiti Spilamberto, S.Donnino e Vacilio. Passato il momento peggiore, la situazione sta ora lentamente migliorando.


Riproduzione riservata © 2016 TRC