in:

Rapina questa mattina al distributore di benzina Agip sulla Tangenziale di Modena, all’altezza di Ponte Alto. Un uomo, dopo aver fatto per l’ennesima volta il pieno di carburante senza pagare, ha tentato la fuga, travolgendo il titolare e mandandolo all’ospedale.

Una scena già vista 8 volte dal titolare del distributore Agip sulla tangenziale, all’altezza dell’uscita di Ponte Alto. Un uomo che arriva, a bordo della sua Ford Mondeo, con la targa coperta da un foglio di plastica, fa il pieno e se ne va, senza pagare. Una scena vista solo sui monitor delle telecamere interne, dopo la chiusura. Troppo il traffico, e le macchine in fila alle colonnine per accorgersi in tempo della furbata, e intervenire, fino ad oggi. Questa volta è stato diverso. L’occhio del titolare, Giuseppe Di Lillo, è stato incollato alle telecamere. Erano le 7 e 48 di mattina. Meno auto del solito, e quindi la possibilità di alzarsi e fermare il ladro di carburante. Il benzinaio ha abbandonato le casse e si è piazzato davanti all’auto, deciso a bloccare ogni tentativo di fuga. E’ stato un attimo, il ladro ha buttato la pompa, è salito in auto e ha schiacciato l’acceleratore, travolgendo il titolare, che è riuscito comunque ad aggrapparsi allo sportello aperto. E’ stato trascinato per alcuni metri, fino alla rampa d’accesso alla tangenziale, poi ha mollato la presa. Soccorso dal figlio, è stato portato all’ospedale, dove è stato medicato e trattenuto in osservazione. Ha riportato un brutto taglio al volto, ricucito con 11 punti di sutura, e ferite ad una mano, oltre a contusioni in tutto il corpo. Sul colpo indagano i carabinieri. Non è il primo, né l’ultimo furto di carburante, racconta il figlio del titolare. Accade più o meno una volta alla settimana, ma mai era successo con questa violenza. E ieri sera è stata rapinata la titolare della tabaccheria di Gargallo di Carpi. All’ora di chiusura, alle 20, la donna è stata affrontata da due malviventi, probabilmente stranieri, che non hanno esitato a puntarle la pistola al volto per farsi consegnare l’incasso della giornata. Sotto choc, la commerciante ha poi chiamato la polizia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC