in:

Incendio doloso la scorsa notte al liceo Muratori. E’ la quarta visita dei vandali nel giro di pochi mesi. L’assessore Pagani annuncia l’installazione di un sistema di videosorveglianza.

L’allarme è scattato poco prima delle due della scorsa notte, al Liceo Muratori di Modena, in via Cittadella. In breve è arrivata la vigilanza, che ha notato un fumo denso nell’ala dell’edificio adiacente all’istituto Barozzi. Immediato l’intervento dei vigili del fuoco, che sono così riusciti a circoscrivere i danni. Le fiamme hanno distrutto infatti un computer e intaccato infissi e pavimento, ma non si sono estese ad altri locali. Sul posto la polizia, per le indagini, e la Preside Rossella Bertoni, avvisata dell’accaduto. Nessun dubbio sull’origine dolosa del rogo, testimoniata da una tanica abbandonata a terra. Più difficile invece capire come i vandali siano potuti entrare: le finestre erano chiuse, e le porte non mostrano segni di scasso. Proprio per eseguire rilievi approfonditi, questa mattina la polizia scientifica ha effettuato un lungo sopralluogo nell’aula per disabili, quella danneggiata. Solo un mese fa, ignoti avevano tentato di dar fuoco agli stessi locali, invano, grazie al tempestivo intervento della vigilanza. In quel caso, venne trovato materiale didattico infiammabile accatastato e impregnato di benzina, e taniche da 30 e 10 litri semisvuotate. I vigilantes arrivarono in tempo perchè, in quel caso, i vandali entrarono dalla finestra, facendo scattare l’allarme intrusione prima di appiccare il fuoco. Un altro episodio vandalico 3 mesi fa, quando furono svuotati tutti gli estintori della scuola. Il più recente, la notte del 30 aprile. Secondo quanto riferito dalle guardie, due ragazzi furono visti mentre scappavano, dopo aver scassinato i distributori di bibite e caffè. Ogni volta la preside ha sporto regolare denuncia. Ha chiesto anche l’installazione di telecamere di sorveglianza, provvedimento che le è stato però negato per problemi di privacy. Dopo avere effettuato un sopralluogo al Muratori ed essersi consultato con il dirigente dell’istituto, l’assessore provinciale Egidio Pagani ha annunciato l’adozione di nuove misure di controllo. L’isituto sarà prossimamente dotato di un sistema di videosorveglianza e di nuovi dispositivi antintrusione. A questo scopo verranno stanziati 100 mila euro.


Riproduzione riservata © 2016 TRC