in:

Una ditta tedesca del settore meccanico con una sede in provincia di Modena è accusata dalla guardia di finanza di avere sottratto redditi e Iva al fisco italiano per oltre 190 milioni di euro.

Secondo i militari della guardia di finanza la società si configura come una vera e propria struttura commerciale che vende merci sul territorio italiano e impiega a questo proposito persone e mezzi. Secondo la casa madre tedesca, nota azienda del settore meccanico, si tratterebbe, invece, di semplici agenti che svolgono un’attività di intermediazione per la quale percepiscono provvigioni. La differenza è solo apparentemente formale: per la legislazione fiscale italiana una cosiddetta “stabile organizzazione” è un soggetto giuridico tenuto a dichiarare i propri redditi in Italia e quindi a pagare le relative tasse. Nel mirino delle fiamme gialle è, così, finita una società con sede nella nostra provincia: dopo l’accertamento fiscale, la casa madre è stata accusata di aver sottratto a tassazione redditi ed Iva per un totale di oltre 190 milioni di euro,


Riproduzione riservata © 2016 TRC