in:

Donne ancora vittime di violenza. E’ in osservazione all’Ospedale di Baggiovara la ragazza tunisina ferita ad un braccio oggi, dopo una lite in strada con un connazionale.

Tutto per una banale lite in strada, nata, sembra, da un diverbio sull’uso improprio di una pista ciclabile. E’ accaduto alle 13 circa, in via San Faustino, a Modena. Una ragazza tunisina di 28 anni stava percorrendo la ciclabile a piedi, quando un connazionale di circa 30 anni, in sella ad una bici, l’ha urtata, probabilmente per la fretta di passare. Lei gli ha gridato di stare più attento. Lui, per tutta risposta è sceso dalla bici, le urlato contro che era una percorso riservato alle due ruote e che lei non doveva starci a piedi. E’ scoppiata una lite, durante la quale il giovane ha afferrato la connazionale ad un braccio, con tanta forza da spezzarlo, poi è scappato. La donna ha chiamato aiuto. Sul posto la polizia, assieme ad un’ambulanza del 118. Ora si trova all’ospedale di Baggiovara, dove è ancora trattenuta in osservazione. La diagnosi infatti è “frattura da percosse”: una lesione non semplice da ricomporre. Gli agenti cercano ora l’aggressore. La straniera ha già annunciato che domani, terminate le visite, sporgerà denuncia.


Riproduzione riservata © 2016 TRC