in:

Resta in carcere il ragazzo marocchino accusato di aver minacciato e violentato una donna in pieno giorno a Savignano. Questa mattina la convalida dell’arresto.

Si è tenuta questa mattina, in tribunale a Modena, la convalida dell’arresto di Ismail Abaslami, il marocchino di 19 anni finito in manette per aver violentato una quarantenne a Savignano. Il gip Malvasi ha disposto la custodia cautelare in carcere, l’immigrato è stato riportato al Sant’Anna. Del resto, le accuse per il ragazzo sono molto gravi: violenza, rapina e lesioni. Lunedì in pieno giorno, secondo la ricostruzione dei fatti, avrebbe afferrato per un braccio una donna sul percorso Sole, mentre faceva jogging, l’avrebbe trascinata nei campi minacciandola con un coltello, l’avrebbe picchiata e poi avrebbe abusato di lei. Abaslami, arrestato in poche ore dai carabinieri, proprio grazie alle descrizioni fornite dalla vittima, avrebbe parlato di un impulso nato all’improvviso, alla vista della donna che correva, sola. Oggi, al gip, avrebbe detto anche di non sapersi nemmeno spiegare perché l’ha fatto, e di essersene pentito, come ha riferito il suo avvocato. La donna, invece, è ancora molto scossa per quanto le è accaduto, il legale che la segue, Cosimo Zaccaria, che nonostante sia molto forte ci vorrà tempo per superare la cosa.


Riproduzione riservata © 2016 TRC