in:

L’autopsia parla di lesioni compatibili con la folgorazione per il decesso di Gaetano Vacchiano, spirato mentre lavorava all’allestimento della Multifiera. Notificati 5 avvisi di garanzia.

Ci sono già 5 avvisi di garanzia, atto dovuto, per la morte di Gaetano Vacchiano, 45 anni, l’artigiano di San Damaso deceduto mentre lavorava all’allestimento della Multifiera, lo scorso mercoledì. Il pm ha aperto un fascicolo per infortunio, visto che l’autopsia avrebbe confermato che ad uccidere l’artigiano sarebbe stata una scossa elettrica che lo ha colpito mentre lavorava, anche se in primo momento, durante l’esame esterno, non erano state trovate visibili bruciature e quindi non si era escluso il malore. L’incidente potrebbe essere avvenuto perché forse l’uomo non ha sentito l’annuncio di riattivazione dell’impianto elettrico. Gli avvisi di garanzia riguarderebbero tanto i responsabili dell’organizzazione della fiera, quanto le ditte coinvolte nelle lavorazioni.


Riproduzione riservata © 2016 TRC