in:

A Bologna si è svolta la prima Tragica Coppa Filini in mobike. Una 50ina di partecipanti al torneo più disorganizzato del mondo

A Bologna si è svolta la prima Tragica Coppa Filini in mobike.
Non uno due tre via, ma la parola d’ordine per lo start è stato l’urlo “filini”. E’ di Bologna il primato della prima Tragica Coppa Filini in Mobike. Una 50ina di partecipanti al torneo più disorganizzato e non competitivo della storia d’Italia e, del mondo, concorso con bici a noleggio.
L’idea degli organizzatori dell’evento, Dynamo Velostazione (dall’idea di Lorenzo Notari, sociologo modenese), è stata quella di non prendersi sul serio tanto che l’abbigliamento dei partecipanti ha contribuito a rendere più tragicomica la coppa.
Il clima decisamente gogliardico e non vandalico, è stato all’insegna del divertimento. Il percorso era tutt’altro che semplice: 3 volte il giro dell’anello del parco della Montagnola con partenza da quella che è nominata “Cima del diavolo”.


Riproduzione riservata © 2019 TRC