in:

E’ operativa da pochi giorni la cosiddetta “pace fiscale” varata dal Governo, le domande di adesione vanno presentate all’Agenzia delle entrate entro il 30 aprile

Pace fiscale al via, sono ora pronti anche i moduli per aderire al condono voluto dal governo. Di certo le misure adottate sono molto diverse da quelle annunciate in campagna elettorale, il gettito atteso è di 11 miliardi in 5 anni anziché i 35 immediati sbandierati prima del 4 marzo. Oltre all’azzeramento automatico delle pendenze sotto 1000 euro risalenti a prima del 2010, la sanatoria prevede il cosiddetto “saldo e stralcio” e la “rottamazione ter”. L’importo da pagare, spalmabile in 5 rate, varia tra il 16 e il 35% del dovuto in base all’isee famigliare e riguarda pendenze non pagate dal primo gennaio 2000 al 31 dicembre 2017. La domanda di adesione va presentata entro il 30 aprile all’agenzia delle entrate che dovrà esaminarla entro fine ottobre per consentire il versamento della prima rata in novembre. Altra misura la “rottamazione ter”, che non prevede sconti sul dovuto ma solo la possibilità di rateizzare i pagamenti in 5 anni. Escluse da questa sanatoria solo alcune tipologie di debiti fiscali che riguardano Unione europea, dogane e crediti da sanzioni tributarie


Riproduzione riservata © 2019 TRC