in:

Degrado, prostituzione e problematiche di urbanizzazione. I residenti di stradello Barca a San Donnino hanno firmato una petizione

Degrado, prostituzione e problematiche di urbanizzazione. I residenti di stradello Barca a San Donnino hanno firmato e portato in comune una petizione per chiedere più controlli e interventi per l’allacciamento alla rete gas e all’acquedotto, di cui sono da sempre sprovvisti. A preoccuparli maggiormente è però il continuo via vai di macchine in direzione del parcheggio presso i laghetti ViviNatura. Un parcheggio che negli ultimi anni è diventato meta di appuntamenti sessuali, frequentata da uomini provenienti anche da fuori Modena.
Una terra di nessuno diventata lo scorso settembre anche teatro del ritrovamento di Nicoleta Vasilica, la donna rumena che secondo gli inquirenti sarebbe stata uccisa e poi bruciata da Raffaele Esposito, il cuoco 34enne di Savignano. L’episodio ha acceso i riflettori sulla situazione di stradello barca, ma ora i residenti chiedono più controlli.
E poi l’intero quartiere necessita di urgenti interventi di urbanizzazione.


Riproduzione riservata © 2018 TRC