in:

Domenica le campane suoneranno anche a Modena, sull’eco di quelle Romane che a San Pietro proclameranno santo il beato Francesco Spinelli

Domenica le campane suoneranno anche a Modena, sull’eco di quelle Romane che a San Pietro, con le parole del Papa, proclameranno santo il beato Francesco Spinelli fondatore dell’Istituto delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento, ordine che lui stesso fondò nel Cremonese, le cui comunità oggi sono in tutta Italia, quella di Modena nel 1910 la fondò lo stesso Spinelli. Il suo carisma, quello dell’adorazione e del servizio ai poveri, oggi vive in questo luogo, dove il gruppo delle suore adoratrici si prepara al grande momento della canonizzazione dopo anni di preghiere. Sabato partiranno da qui i pullmann alla volta di Roma.
Dopo anni di esami, studi, documenti, accertamenti e soprattutto tante preghiere, la Congregazione della Causa dei Santi ha riconosciuto il miracolo legato a Don Spinelli: la guarigione, nel 2007, di un bambino in Congo dalle gravissime condizioni cliniche. Suor Adelina, mise un’immagine di Padre Spinelli sotto la federa del bambino che oggi è vivo e si chiama Francesco.
L’ordine di Modena è l’unico ad avere anche un istituto d’infanzia e di scuola primaria con più di 400 bambini. Chi percorre via Tamburini sa bene che dentro quei cortili c’è una passione lunga più di cent’anni.


Riproduzione riservata © 2018 TRC