in:

Nuovo look, a sei anni dal sisma del 20 e 29 maggio 2012, per l’ottocentesco Teatro sociale e per il Palazzo comunale di Luzzara

Nuovo look, a sei anni dal sisma del 20 e 29 maggio 2012, per l’ottocentesco Teatro sociale e per il Palazzo comunale di Luzzara, in provincia di Reggio Emilia. Oggi nella cittadina della bassa pianura reggiana, dove il fiume Po divide l’Emilia-Romagna dalla Lombardia, la cerimonia di inaugurazione dei lavori di ripristino post sisma con il presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario delegato alla Ricostruzione, Stefano Bonaccini, insieme al sindaco di Luzzara, Andrea Costa.

Gli interventi sul Palazzo comunale e sul Teatro sociale, edifici entrambi di proprietà del Comune, sono ricompresi nel Programma delle opere pubbliche e dei beni culturali della ricostruzione, e hanno avuto un costo complessivo di 750 mila euro, di cui 583 mila euro di contributo del Commissario Bonaccini.

“Il municipio e il teatro sono il cuore civile e culturale di una comunità. Per questo siamo doppiamente orgogliosi di aver contribuito a restituire questi due luoghi, più sicuri e belli, ai cittadini di Luzzara e all’intera comunità regionale- ha affermato il presidente Bonaccini-. Veder rinascere monumenti come questi è uno degli obiettivi che ci siamo dati e, proprio in questo ultimo anno, siamo riusciti a imprimere una accelerazione nella ricostruzione delle opere pubbliche e dei beni storici e architettonici. Ciò grazie alla collaborazione di tutti i soggetti impegnati, assieme alla struttura commissariale.”

Nel dettaglio, gli interventi per il ripristino del municipio in via Avanzi 1, sono stati completamente finanziati dal Commissario con un contributo di oltre 447 mila euro. Per i lavori di rispristino del Teatro sociale, in piazza Tedeschi, sono state necessarie risorse per un importo complessivo di 302 mila euro, con un finanziamento da parte del Commissario di quasi 136 mila euro, cui si sono aggiunti un co-finanziamento assicurativo di 130 mila euro e fondi del Comune per 37.432 euro.


Riproduzione riservata © 2018 TRC