in:

Sono più di mille i cittadini modenesi che appartengono ad un gruppo di vicinato.

Sono più di mille i cittadini modenesi che appartengono ad un gruppo di vicinato. Quella che due anni fa era nata come una prova in poco tempo è diventato uno strumento utile e di vero presidio del territorio. Chat su whatsup in cui si condividono segnalazioni e presenze sospette che poi vengono segnalate alla municipale. Nessun fai da te dunque, ma un occhio attento su quello che ci circonda. E non parliamo solo delle zone più calde della città. I gruppi di vicinato sono ovunque, uno dei primi ad essere nato è proprio quello di via Zamenof, zona Vignolese.
Oggi al centro famiglie di Nazareth l’incontro conclusivo per fare il punto su quanto è stato fatto. Presenti il sindaco Muzzarelli, il prefetto Paba, il presidente nazionale dell’associazione controllo di vicinato Leonardo Campanale e la comandate delle municipale Valeria Meloncelli


Riproduzione riservata © 2018 TRC