in:

La proprietà, una multinazionale francese, ha annunciato la chiusura del sito produttivo e il trasferimento delle attività in Umbria. Protesta la Cgil secondo cui si tratta di licenziamenti mascherati

Un altro pezzo di industria modenese che rischia di sparire, la Sagemcom di Campogalliano, acquisita lo scorso anno da una multinazionale francese, intende trasferire la produzione a Città di Castello, in Umbria

Il trasferimento a 400 km di distanza, denuncia la Cgil, è un licenziamento mascherato per i lavoratori, 34 diretti e 11 interinali, scesi in sciopero con presidio permanente davanti ai cancelli del sito produttivo e degli uffici. La Fiom chiede di ritirare la procedura di trasferimento, già interessati della vertenza il Comune di Campogalliano e la Regione. Il gruppo francese Sagem ha acquisito nell’estate 2017 tutte le quote di Meter Italia, ora Sagemcom, in possesso di Cpl e Coop Bilanciai, che ribadiscono la loro estraneità alle attuali scelte gestionali

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC