in:

Sbarre all’accesso, videosorveglianza e pagamento automatico: sono le novità del parcheggio davanti all’ospedale Maggiore

Sbarre all’accesso, videosorveglianza e pagamento automatico: sono le novità del parcheggio davanti all’ospedale Maggiore di Bologna per combattere gli abusivi, fenomeno da anni al centro delle lamentele dei cittadini della zona e degli utenti della struttura sanitaria. Da domani all’ingresso di Largo Nigrisoli sarà in funzione un nuovo impianto con 103 posti auto, voluto dal Comune e realizzato da Tper, con il fornitore Parkit. Ci saranno, appunto, sbarre per entrare e due casse automatiche per il pagamento, una all’interno del parcheggio e l’altra nell’atrio dell’ospedale. L’area di sosta funziona 24 ore su 24 sette giorni su sette e si accederà sempre con emissione di ticket. Le telecamere a circuito chiuso saranno collegate ad una control room attraverso un impianto interfonico con collegamento remoto e la possibilità di interlocuzione con un operatore. Lo riferisce l’Ansa.


Riproduzione riservata © 2018 TRC