in:

Riapre l’Abbazia di Nonantola, danneggiata gravemente dal terremoto del 2012

“Il terremoto ha inferto un duro colpo all’Emilia facendo vittime, distruggendo abitazioni e imprese, ferendo gravemente simboli della comunità. Uno di questi, tra i più importanti non solo per il mondo cattolico, è proprio l’Abbazia di Nonantola che oggi riconsegniamo al culto e al cuore pulsante della nostra terra. Siamo orgogliosi di vedere un segno tangibile del lavoro fatto in questi anni che dimostra innanzitutto la tenacia e la forza della nostra regione e di chi la abita”.

Così il presidente della Regione Emilia-Romagna e commissario alla Ricostruzione, Stefano Bonaccini, alla cerimonia di riapertura al culto della Basilica Abbaziale di San Silvestro a Nonantola insieme all’arcivescovo abate di Modena-Nonantola, monsignor Erio Castellucci, il sindaco, Federica Nannetti, il direttore del segretariato regionale del ministero dei Beni culturali, Sabina Magrini, e l’assessore regionale alle Attività produttive, Palma Costi.

Il costo complessivo dell’intervento di recupero dell’Abbazia è stato di 1,4 milioni di euro di cui 1 milione e 166 mila euro dalla struttura commissariale della Regione e 250 mila euro derivanti dalle donazioni attraverso gli Sms solidali. Queste risorse si aggiungono agli oltre 80 mila euro, stanziati in due stralci tra il 2012 e il 2014, per realizzare in prima emergenza opere provvisionali tra cui i ponteggi finalizzati all’ispezione, al controllo e al recupero delle volte affrescate nei locali interni, nonché per le misure di salvaguardia della pubblica incolumità all’esterno del plesso religioso. Nel programma delle opere pubbliche e beni culturali del Commissario alla ricostruzione sono stati inoltre già stanziati 701 mila euro per realizzare il secondo stralcio di interventi che riguarderanno il museo e la cinta muraria.


Riproduzione riservata © 2018 TRC