in:

L’ambientalista Sabina Piccinini chiede la chiusura degli stradelli di accesso e la bonifica delle aree

Quintali di rifiuti di ogni tipo sotto ai ponti della Tav a Castelfranco Emilia. Qui siamo sotto al cavalcaferrovia di via Isonzo, una vera e propria discarica illecita con scatoloni di vestiti, decine di pneumatici e scarti edili che, per come sono stati scaricati, provengono evidentemente da furgoncini aziendali. Analoga situazione anche in altri ponti, come in via Mavora. Il fenomeno degli abbandoni illeciti di rifiuti era già stato segnalato al comune prima dell’estate dalle guardie ecologiche volontarie ma poco o nulla è stato fatto. Ora, a denunciare la situazione, interviene la consigliera comunale di San Cesario Sabina Piccinini

Lo stradello porta ad una piccola centrale elettrica di supporto alla linea ferroviaria; secondo la Piccinini potrebbe essere chiuso con una sbarra dando le chiavi al personale di manutenzione e al comune. Urgente comunque la bonifica dell’area. Sempre sotto al ponte di via Isonzo è inoltre stata abbattuta parte della recinzione che separa i binari dalla strada creando una situazione davvero pericolosa


Riproduzione riservata © 2019 TRC