in:

Improvviso stop ai voli tra Bologna e la Cina: Blue Panorama Airlines ferma i suoi collegamenti

Improvviso stop ai voli tra Bologna e la Cina: Blue Panorama Airlines ferma i suoi collegamenti a causa delle “insuperabili difficoltà autorizzative delle autorità aeronautiche cinesi”. Lo fa sapere la stessa compagnia, spiegando di avere per questo motivo concluso la collaborazione con il Tour Operator Phoenix Travel Worldwide di Pechino e di non proseguire a fornire i relativi servizi aerei dalla Cina per Bologna. I voli dal capoluogo emiliano, gli unici collegamenti previsti dalla compagnia italiana con la Cina, avrebbero dovuto iniziare il 18 giugno scorso verso 5 città cinesi ma sono stati autorizzati solo dall’11 luglio, su base mensile, e verso una sola destinazione della Cina, la città di Shenyang. Anche la frequenza dei collegamenti è stata “irrimediabilmente compromessa”, dal momento che da un programma di 30 voli al mese, ne sono stati consentiti solo 6 . “Il dispiacere della compagnia italiana è forte sia verso i partner coinvolti nell’iniziativa – in particolare l’aeroporto e le istituzioni bolognesi – sia verso la clientela cinese, ed è particolarmente accentuato dalla circostanza che le compagnie di bandiera cinesi sono riuscite ad ottenere le corrispondenti autorizzazioni italiane per operare attualmente oltre 330 voli al mese da e per il nostro Paese”, osserva Blue Panorama .Dal canto suo L’Aeroporto di Bologna, prende atto della decisione della compagnia aerea ma non si rassegna: il Marconi infatti comunica l’intenzione di proseguire nel “Programma Cina” ”, facendo tesoro della collaborazione attivata con le Autorità aeronautiche cinesi e con il tour operator Phoenix. La società intende dunque per attivare nuove partnership che consentano di riprendere in tempi brevi i voli con la Cina, anche in considerazione del forte interesse dei turisti cinesi per il nostro territorio, come emerso chiaramente dall’esperienza di queste settimane.
Per il futuro, l’obiettivo rimane quello di attivare voli di linea, che possano essere utilizzati non solo in incoming dai turisti cinesi per sbarcare in Italia, ma anche dai passeggeri italiani per raggiungere la Cina.


Riproduzione riservata © 2018 TRC