in:

Circa 200 passeggeri Vip con 90 supercar al seguito sono passati dallo scalo bolognese.

Ferrari, Lamborghini, Rolls Royce e Aston Martin non sono passate inosservate coi loro allestimenti speciali, esemplari unici che hanno fatto tappa al Marconi per “Gumball 3000”, la corsa automobilistica britannica famosa anche per aver ispirato il film “La corsa più pazza del mondo”. Circa 200 passeggeri Vip con 90 supercar al seguito sono passati dallo scalo bolognese. La manifestazione, giunta quest’anno alla sua ventesima edizione, è partita da Londra domenica 5 Agosto, per concludersi a Tokio sabato 11 agosto, con voli diretti dall’Aeroporto di Bologna per Osaka. Le speciali supercar sono protagoniste di questa corsa non competitiva, che in 3000 miglia dal Covent Garden di Londra fa tappa a Chantilly, Milano, Bologna, Osaka, Kyoto e Nanao per concludersi a Tokyo. Gli ospiti – per lo più personaggi del jet set britannico ed americano – sono arrivati al Marconi alla guida delle loro supercar e sono stati accolti in un Terminal dedicato allestito per l’occasione a location per Vip Party, con DJ set, fino al decollo avvenuto con un jet privato. Contestualmente, Fast Freight Marconi, la società cargo dell’Aeroporto di Bologna, ha preparato le 90 supercar per la spedizione. Tutte le auto sono state pallettizzate e caricate su tre cargo 747-400, che hanno lasciato Bologna per raggiungere i loro proprietari in Giappone


Riproduzione riservata © 2018 TRC