in:

Oggi, 8 agosto, è la giornata che ricorda una tragedia accaduta, nel 1956, in Belgio, quella nella miniera di carbone a Marcinelle

Oggi, 8 agosto, è la giornata che ricorda una tragedia accaduta, nel 1956, in Belgio: in una miniera di carbone a Marcinelle a causa di un incidente sul lavoro morirono 262 vittime, delle quale 136 italiani. A Bologna, in piazza Spadolini, è presente un cippo dedicato ai minatori e stamattina è stata deposta una corona di fiori.
Il vigile del fuoco che solleva la testa ad un minatore come a dire “ne abbiamo estratto uno vivo” è l’immagine eloquente di quanto accaduto nel 1956 in una miniera di carbone a Marcinelle in Belgio: una tragedia umana e del lavoro che colpì tanti italiani, 136 su un 262 vittime. Tanti connazionali e tra loro diversi emiliano romagnoli. A Bologna, in piazza Giovanni Spadolini, Quartiere San Donato-San Vitale in ricordo di quella difficile giornata belga, nel giorno del suo anniversario è stata deposta una corona di fiori nel cippo dedicato alle vittime di quell’8 agosto, ma di tutti i morti caduti sul lavoro. Alla cerimonia era presente anche la figlia di una delle vittime bolognesi di Marcinelle, che non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione perché la ferita, nonostante siano trascorsi 62 anni, non è del tutto rimarginata. .
Tra i presenti anche alcuni rappresentati dell’Associazione “italo-belga Bologna Bruxelles andata e ritorno” nata qualche anno fa con l’obiettivo di intensificare i rapporti tra i due stati.


Riproduzione riservata © 2018 TRC