in:

Un lungo applauso è esploso nel silenzio al passaggio dei […]

Un lungo applauso è esploso nel silenzio al passaggio dei familiari delle vittime della strage del 2 agosto con le gerbere bianche sul petto, segno di una ferita ancora aperta e della richiesta di verità e giustizia per gli 85 morti e gli oltre 200 feriti della bomba alla stazione.
Il corteo è partito da Piazza Nettuno dove è arrivato anche il segretario nazionale del Pd, Maurizio Martina.
All’altezza di Via Irnerio alla testa del corteo si è inserito il bus 37, uno dei simboli del 2 agosto e della città intera mobilitata per il soccosri. Quella mattina il 37 si trasformò in un’ambulanza improvvisata prima e poi trasportò i morti in obitorio. Il Presidente della Camera Roberto Fico, arrivato poco prima a Bologna, ha voluto percorrere la fine del corteo fianco a fianco con i familiari delle vittime, fino al piazzale della Stazione dove, nella sala d’aspetto, alle 10.25 del 2 agosto 1980 scoppio la bomba.


Riproduzione riservata © 2018 TRC