in:

Cantieri che da metà luglio a settembre riguarderanno 1000 km di strade, dalla bassa alla montagna

Cantieri in tutta la Provincia di Modena per migliorare la qualità del manto stradale. Sono partiti a metà luglio i lavori di manutenzione straordinaria su oltre mille chilometri di strade provinciali modenesi con un investimento della Provincia di quasi tre milioni di euro, risorse che arrivano dalla legge di Stabilità 2018. I primi cantieri a partire sono quelli dell’area nord da Concordia a Mirandola fino a Finale Emilia. In questi giorni i lavori si sono estesi alla Panaria bassa nella zona di Bomporto, poi si sposteranno sulla Nonantolana, quindi sulla Pedemontana nel comprensorio ceramico, la via Giardini e la tangenziale Rabin a Modena e il tratto della Modena-Sassuolo tra Baggiovara e Casinalbo. In corso anche i lavori, in questo caso notturni per non intralciare il traffico, sulla provinciale 16 tra Castelnuovo Rangone e Spilamberto.

Partiti i lavori anche sulle strade di montagna dal passo delle Radici a Frassinoro per arrivare alle zone di Pievepelago, Riolunato, Montecreto. E ancora di qui a settembre previsti interventi sulla via Giardini, nel tratto tra San Venanzio di Maranello e Serramazzoni, sulla Fondovalle Panaro, poi sulla provinciale a Puianello, la provinciale della Docciola, la sp 29 di Gaiato, la 22 di Sant’Antonio, la 30 di Sestola e la provinciale 31 di Acquaria.

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC