in:

Lavori da Carpi a Palagano, estate di cantieri, anche a Modena

Cantiere di Corso Cabassi a Carpi, dopo alcune proteste dei commercianti che lamentavano di essere stati avvertiti tardi dei lavori e di non aver quindi programmato di conseguenza le ferie, il comune ha deciso di accelerare l’intervento procedendo in contemporanea sui due stralci. Anzichè il 7 settembre, come preventivato, il cantiere sarà quindi terminato 16 giorni prima, il 22 agosto. Chiuso alle auto, il corso è però transitabile a ciclisti e pedoni. Aperto anche il passaggio sotto al portico.
“I lavori di ripavimentazione di corso Cabassi costituiscono un ulteriore tassello per la riqualificazione del centro storico”, ha detto il vicesindaco Simone Morelli, ricordando che il prossimo intervento riguarderà corso Fanti.

Proseguono nel tratto tra Castelnuovo e Spilamberto i lavori notturni di manutenzione sulla strada provinciale 16. Il cantiere, che è iniziato ieri per terminare nella notte tra giovedì e venerdì, opera esclusivamente dalle 21 per ridurre al minimo i disagi alla circolazione lungo una strada molto trafficata. L’intervento, realizzato dalla Provincia, prevede il ripristino del fondo stradale e il raficimento dell’asfalto degradato. Per consentire l’esecuzione dei lavori verranno istituiti temporaneamente tratti a senso unico alternato. Dal 6 agosto il cantiere della Provincia si sposta sulla nuova Pedemontana, nel tratto compreso tra Bazzano e Sant’Eusebio.

A Palagano sono cominciati i lavori di manutenzione della briglia in prossimità del Ponte sul Dragone lungo la provinciale 28, vicino alla frazione di Savoniero. I lavori proseguiranno per tutta la settimana. Partiti i lavori di manutenzione lungo la Panaria Bassa, nel tratto compreso tra Navicello e Bomporto. I lavori proseguiranno anche per tutta la giornata di mercoledì. Previsto il ripristino del fondo stradale e il rifacimento dell’asfalto.

Riaperto con 10 giorni di anticipo sul previsto il cavalcaferrovia di via Ciro Menotti. Intorno a mezzogiorno si è infatti concluso il cantiere per la demolizione e ricostruzione dei giunti di dilatazione che erano deteriorati. Il cantiere si sposta ora sulla tangenziale Pirandello per un analogo intervento al cavalcavia dell’uscita numero 15. I lavori del ponte Menotti erano iniziati il 12 luglio scorso, periodo in cui pedoni e ciclisti erano stati dirottati al nuovo sottopasso ex-Benfra, distante meno di duecento metri. Gli interventi sui ponti di Ciro Menotti e della tangenziale Pirandello fanno parte dello stesso progetto di messa in sicurezza delle infrastrutture finanziato dal Comune di Modena per un importo complessivo di 400 mila euro. A causa del deterioramento dei giunti di dilatazione si verificavano diverse infiltrazioni di acqua piovana con conseguente maggior usura della struttura. Oltre al rifacimento dei giunti si è provveduto a riasfaltare il manto stradale e realizzare la nuova segnaletica orizzontale. I tecnici del settore Lavori pubblici del Comune e l’azienda che ha svolto l’intervento hanno lavorato in modo che i due cantieri fossero consecutivi e non contemporanei per ridurre al minimo l’impatto sul traffico veicolare e il disagio dei cittadini. Ora, con la chiusura del cavalcavia, resta chiusa l’uscita 15 in direzione autostrada per chi proviene da Sassuolo mentre chi proviene da viale Virgilio potrà svoltare solo in direzione Milano. Il termine dei lavori è previsto per il 10 agosto.


Riproduzione riservata © 2018 TRC