in:

Modena con il naso all’insù per l’eclissi di Luna, uno spettacolo che nessuno ha voluto perdere

Modena con il naso all’insù per l’eclissi di Luna, uno spettacolo particolare che, anche se non è raro, è stato più lungo del solito e accompagnato dalla vicinanza di Marte. Tante, tante persone anche al parco Ferrari dove l’associazione astrofili modenesi Gian Battista Amici ha portato i telescopi per vedere il fenomeno anche da vicino.

C’è chi è arrivato attrezzato, armato di binocolo o addirittura telescopio, chi invece si è affidato agli esperti dell’Associazione astrofili tentando comunque di scattare una bella foto con il telefonino. Chi è venuto solo, chi ha portato la famiglia, compresi gli amici a quattro zampe, chi la moglie o la fidanzata. Perchè l’eclissi è per tutti e piace a grandi e piccini. Così in centinaia si osno dati appuntamento al parco Ferrari di Modena per l’evento lunare più atteso: la più lunga eclissi lunare del secolo, che ha portati tutti noi ad alzare almeno una volta gli occhi al cielo. Fine luglio ci ha regalato uno degli spettacoli più belli che il cielo notturno possa offrire.
Intorno alle 21.30 lo spettacolo più bello, con la luna che iniziato a tingersi di rosso sfumando sull’arancione. Un fenomeno reso ulteriormente affascinante grazie alla vicinanza di Marte. E all’appuntamento, al crepuscolo, si sono anche palesati Giove, Venere e Saturno.

 

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC