in:

La Torre dell’Orologio di Nonantola, o Torre dei Modenesi, è finalmente pronta

Mancano ormai solo i classici ultimi dettagli: finiture ricche di fedeli riferimenti storici, fino a dettagli quali la scala e le porte d’ingresso. La Torre dell’Orologio di Nonantola, o Torre dei Modenesi, è finalmente pronta – a sei anni abbondanti dal sisma – per riaprire alla città, con una sala civica rimessa a nuovo e intitolata a Eliseo Zoboli, che in cima alla torre si rinchiuse nel 1940 in segno di protesta contro il regime fascista e morì proprio il luglio di quell’anno.
Il costo complessivo della complessa opera è stato di 850mila euro, 150mila dei quali donati dalla Fondazione Cassa di Risparmio e il restante dal commissario per l’emergenza terremoto. Nonantola, Comune che in realtà non fa parte del cuore del cratere, è stata tuttavia fra le località più colpite a livello storico e architettonico. Ma nella seconda metà del 2018 è attesa da un doppio riscatto: domenica riavrà la Torre dei Modenesi e, poco più tardi, l’Abbazia.


Riproduzione riservata © 2018 TRC