in:

Yassine Lafram, presidente della Comunità Islamica di Bologna è stato scelto alla guida dell’Ucoii, l’Unione delle Comunità Islamiche d’Italia

Yassine Lafram, numero uno della Comunita’ islamica di Bologna, e’ stato nominato nuovo presidente nazionale dell’Ucoii, l’Unione delle comunita’ islamiche d’Italia. Succede a Izzeddin Elzir, Imam di Firenze. Lafram e’ stato eletto insieme al nuovo direttivo durante l’assemblea generale che si e’ riunita l’ 8 luglio, proprio a Bologna, la presentazione ufficiale lunedì 16 luglio 16 luglio, a Roma alla Camera dei Deputati in una conferenza stampa. Originario di Casablanca, in Marocco, Lafram e’ in Italia dal 1998 grazie al ricongiungimento familiare. Ha fatto gli studi superiori a Torino e dal 2005 vive a Bologna, dove si e’ laureato in Lettere e filosofia. Sposato con una ragazza di Ferrara, tre figli, dal 2014 guida la Comunita’ islamica di Bologna. Nel febbraio 2016 ha ottenuto la cittadinanza italiana, prestando giuramento in Comune davanti al sindaco Virginio Merola. Stretto il legame anche con l’arcivescovo Matteo Zuppi, col quale ha piu’ volte partecipato a iniziative per il dialogo interreligioso tra cristiani, musulmani ed ebrei. “Assumo con grande orgoglio e motivazione la guida dell’Ucoii- commenta Lafram su Facebook- nella consapevolezza di poter continuare a rappresentare al meglio le nostre comunita’ islamiche locali, attraverso un attore che dal 1990 opera assiduamente per rendere effettivo l’inserimento dei musulmani nella societa’ italiana, nel rispetto dei principi religiosi, delle proprie identita’ e culture, e in armonia con i principi della Costituzione italiana e delle carte internazionali”. Lafram ci tiene poi a ringraziare il suo predecessore “e amico Izzeddin Elzir per la sua instancabile e illuminata guida negli ultimi due mandati, certo di poter contare ancora sul suo supporto.


Riproduzione riservata © 2018 TRC