in:

Venerdì scorso, vigilia del gay pride, gli educatori di un campo estivo della materna di Casalecchio di Reno hanno fatto svolgere ai bambini una serie di attività

Venerdì scorso, vigilia del gay pride, gli educatori di un campo estivo della materna di Casalecchio di Reno hanno fatto svolgere ai bambini una serie di attività ispirate all’iniziativa, colorando le facce dei piccoli con i colori dell’arcobaleno e con la realizzazione di disegni e cartelloni per educare i bambini al fatto che esistono tanti tipi di famiglia. Ma una volta a casa i faccini arcobaleno ad alcune mamme non sono piaciute. E si sono rivolte alle forze politiche del Comune, in particolare a quelle dell’opposizione, che hanno chiesto chiarimenti al sindaco. Da lì la polemica è montata, e ora finirà anche in parlamento con un’interpellanza ai ministri dell’Istruzione e della famiglia presentata dal deputato di Forza Italia Galeazzo Bignami, che definisce l’iniziativa “inopportuna, strumentale e provocatoria”. “È urgente passare dall’indignazione all’allarme, e poi alla mobilitazione popolare delle famiglie, in modo che cose di questo genere, che purtroppo non è la prima volta che accadono qui in provincia di Bologna e in Emilia-Romagna, possano quantomeno essere contrastate”. Mirko De Carli, per il Popolo della Famiglia di Bologna, ha commentato l’accaduto.


Riproduzione riservata © 2018 TRC