in:

Soprattutto per colpa della distrazione alla guida. E le prime vittime sono gli ultra 75enni

Ancor più dell’alta velocità, o dell’alcol. Ad uccidere sulle nostre strade è la distrazione. Quei secondi in cui si guarda lo schermo del proprio cellulare, o si immette un indirizzo sul navigatore, possono essere fatali. E le nuove vittime sono le persone più fragili: i pedoni ultra 75enni che si trovano sulle strisce pedonali. Per capire il rischio di dare un’occhiata anche veloce al proprio smartphone mentre si guida, basta pensare al fatto che in quei secondi di distrazione è come se ci si mettesse al volante con gli occhi bendati

 


Riproduzione riservata © 2018 TRC