in:

E’ offline il sito Iperbole del Comune di Bologna: dal 25 aprile, festa della Liberazione, la piattaforma web non è raggiungibile a causa dell’attacco degli hacker di Anonplus

E’ offline il sito Iperbole del Comune di Bologna: dal 25 aprile, festa della Liberazione, la piattaforma web non è raggiungibile, al posto della normale homepage esce la scritta “sito in lavorazione”. E a causare il problema un attacco hacker. “L’attacco si è manifestato con la modifica di alcuni contenuti presenti nel sito, fra cui la home page – si lege nella nota dell’amministrazione – l’attacco è ancora in corso in quanto, nonostante si sia provveduto al ripristino dei contenuti, questi sono stati modificati nuovamente. I tecnici del Comune sono al lavoro per rispondere a questo attacco attraverso l’aggiornamento del software utilizzato per la gestione dei contenuti del sito. L’Amministrazione comunale si scusa con gli utenti per il disagio”.
L’attacco è stato firmato dal gruppo AnonPlus, che ha fatto apparire una copia del proprio manifesto. “AnonPlus combatte i soprusi, le iniquità, le corruzioni, le manipolazioni, le religioni- si legge nel testo- e quant’altro messo in atto da governi, politici, religioni e gruppi di potere finanziario a discapito del popolo”. Per questi motivi, AnonPlus “mette offline siti che “contribuiscono attivamente al controllo delle masse, i quali, manipolando informazioni e opinioni, creano false realtà”. Gli hacker aggiungono che “nessun dato è stato rubato o cancellato. Non siamo criminali”.
Sul proprio sito, solo negli ultimi giorni il gruppo hacker ha rivendicato azioni simili ai danni dei siti di diversi Comuni bresciani, della Regione Abruzzo, de ‘Il Giornale’, dell’Universita’ di Roma e altri.

Tra l’attacco hacker, e l’elevato numero di accessi per le iscrizioni, il Comune ha prorogato fino al 2 maggio il termine per la presentazione delle domande d’iscrizione e trasferimento ai nidi d’infanzia comunali, che si può effettuare solo online.


Riproduzione riservata © 2018 TRC