in:

L’Anas non è nuova a queste performance, ma questa volta il sindaco non ci sta e attacca l’ente: “Sconcerto”, dichiara

I lavori in tangenziale, direzione sud, avviati da Anas all’improvviso, senza alcuna comunicazione efficace, tengono in scacco gli automobilisti modenesi. E sarà una lunga agonia, visto che il cantiere, tempo permettendo, durerà 4 settimane. L’Anas non è nuova a queste performance, ma questa volta il sindaco non ci sta e attacca l’ente. “Sconcerto per le modalità di esecuzione dell’intervento, l’invito a realizzare forme più efficaci di coordinamento tra gli enti e di informazione ai cittadini, l’appello affinché, a questo punto, i lavori si concludano nel più breve tempo possibile”. Sono i contenuti della lettera che il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ha inviato ai vertici di Anas
Di fronte ai disagi fortissimi che i lavori di ripristino del manto stradale stanno provocando sulla rete viaria cittadina, il sindaco ritiene “non sia ammissibile” che l’intervento non sia stato annunciato nei tempi sufficienti “per predisporre un’informazione adeguata” ai cittadini e provvedimenti compensativi, mentre gli accordi operativi consolidati – ricorda Muzzarelli – “prevedono il coinvolgimento tempestivo e diretto del Settore Lavori pubblici del Comune”, non una mail Pec all’indirizzo generico dell’ente.
Per il sindaco, inoltre, “la scelta del periodo, che comprende la settimana di ripresa dell’anno scolastico, appare del tutto incomprensibile, tenuto conto delle lavorazioni previste”.
La lettera si conclude sottolineando “l’assoluta necessità che i lavori si concludano nei tempi più brevi utilizzando tutte le modalità organizzative di cui Anas dispone” e con la richiesta di “un coordinamento più puntuale con l’Ufficio tecnico del Comune e con la Polizia municipale”.


Riproduzione riservata © 2017 TRC