in:

Una discarica a cielo aperto attorno alla vecchia di Modena est, nel campo in cui una volta si giocava a calcio

Una discarica a cielo aperto attorno alla vecchia chiesa di stradello cimitero di Saliceto Panaro, nel campo in cui una volta giocava la polisportiva San Lazzaro: sfalci e residui di cantieri edili, incluso il micidiale eternit, e poi cocci di bottiglia, elettrodomestici, cumuli di terra su quella che potrebbe essere lana di vetro, persino confezioni di preservativi. Uno scempio quello che affligge le vie meno battute di Modena Est a due passi dal cimitero di Saliceto Panaro; e purtroppo non è l’unica zona colpita.
Nello stabile che una volta accoglieva la polisportiva, secondo i residenti è molto comune lo spaccio. Ma c’è dell’altro: nel sottopasso pedonale che porta alla zona artigianale all’ora di pranzo del venerdì è capitato varie volte, ai residenti, di imbattersi in un fotografo, per così dire, e le sue modelle, nude. L’uomo si avvale di un complice che fa da palo e usa il passaggio pedonale come set fotografico – questo racconta chi vive nella zona. E ricorda all’amministrazione pubblica la vecchia promessa di collocare delle telecamere per contrastare le varie forme di degrado.


Riproduzione riservata © 2017 TRC