in:

Nelle prossime settimane sono in agenda degli incontri con un paio di aziende che producono questi strumenti, come le mini telecamere

Prosegue il percorso per dotare la Polizia Municipale di Bologna di nuovi strumenti di difesa. Poco più di un mese fa l’approvazione bipartisan in Consiglio Comunale dell’Ordine del Giorno per fornire lo Spray al peperoncino ai Vigili. Le bombolette potrebbero arrivare entro fine anno, dopo opportuni corsi di formazione e la selezione del prodotto. Un percorso che prevede anche la dotazione di strumenti più tecnologici. Nelle prossime settimane sono in agenda  degli incontri con un paio di aziende che producono questi strumenti, come le mini telecamere. Lo hanno annunciato, in commissione a Palazzo D’Accursio, il comandante dei vigili Romano Mignani e l’assessore comunale alla Sicurezza Riccardo Malagoli, che hanno confermato così che il lavoro avviato ormai alcuni mesi fa sta procedendo, “anche se ovviamente- chiosa Mignani- trattandosi di un percorso  condiviso, come e’ giusto che sia, i tempi sono lunghi”. Malagoli, rispondendo a una domanda del consigliere di Forza Italia Marco Lisei, è tornato anche sulla questione dell’impossibilita’, per gli agenti della Polizia municipale, di accedere alla banca dati del Sistema d’indagine, affermando che “L’Anci sta lavorando con il Governo per ottenere almeno un accesso parziale, anche se ci sono resistenze da parte delle Forze di polizia”, che al momento sono le uniche che possono utilizzare la banca dati.


Riproduzione riservata © 2017 TRC