in:

Piccola folla stamattina davanti al municipio di Sassuolo per il sit-in sulla sicurezza organizzato da Forza Italia e Lega Nord

Al netto della dialettica politica, con l’opposizione e l’ex sindaco schierati contro la giunta Pistoni, il capannello di circa sessanta persone raccolte davanti al Municipio di Sassuolo rende l’idea di una città alle prese con un problema: quello della sicurezza. Caselli per primo è stato vittima di due tentati furti a casa, e con lui altri fra i presenti. La richiesta di Forza Italia e Lega Nord al Comune è di andare oltre gli strumenti consueti, potenziando quelli esistenti – ad esempio la videosorveglianza urbana che secondo i manifestanti raramente è attiva – e soprattutto ridefinendo la mappa del rischio in città. Dito puntato anche contro gli immigrati.

La risposta del Sindaco Pistoni è affidata a una nota stampa in cui ricorda l’imminente convocazione di un tavolo provinciale presso la prefettura. Pistoni respinge inoltre l’accusa del consigliere leghista Menani di numeri in calo negli organici di polizia e ricorda l’impegno appena intrapreso per il controllo di vicinato assieme alla Polizia Municipale, in via di diffusione nei vari quartieri di Sassuolo. Pistoni definisce infine “assolutamente falso” il fatto che il Comune stia riducendo le attività della Polizia Municipale, ribadendo il massimo impegno della Giunta al contrasto della criminalità.

 


Riproduzione riservata © 2017 TRC