in:

Sul palco il presidente nazionale di Confindustria, Vincenzo Boccia, di Confindustria Emilia, Alberto Vacchi, e il Ministro del Lavoro Giuliano Poletti

Mette a sedere quelli che chiama i catastrofisti, ricordando i benefici di uno sviluppo tecnologico a cui le imprese devono tendere sempre di più. Alberto Vacchi, presidente della nuova Confindustria Emilia unita, apre Farete, la due giorni dedicata alle imprese con una relazione ottimista, ma anche avvertendo che dare spazio a giovani e formazione è l’unica via possibile di sviluppo. Temi sui quali il Governo è pronto a fare da sponda, assicura il ministro del lavoro Giuliano Poletti. Soprattutto dopo la fusione di Bologna, Modena e Ferrara, che ha portato alla nascita di Confindustria Emilia, l’unità del territorio è uno dei punti di forza principali.


Riproduzione riservata © 2017 TRC