in:

Un 37enne del Bangladesh è stato arrestato dalla Polizia Municipale ieri sera in Piazza Maggiore con l’accusa di violenza sessuale

Si sarebbe avvicinato alle spalle di una giovane di 16 anni, poco prima del concerto del Radio Bruno Estate, e l’avrebbe sfiorata con i pantaloni abbassati. Le grida della ragazza hanno attirato l’attenzione di altri partecipanti all’evento, che l’hanno aiutata, e delle forze dell’ordine. Un uomo di 37 anni originario del Bangladesh è stato arrestato ieri sera dalla Polizia Municipale in Piazza Maggiore con l’accusa di violenza sessuale. Assistita dagli operatori – coadiuvati dagli agenti della Polizia di Stato che stavano sorvegliando l’area del concerto “blindata” per la sicurezza – la 16enne ha raccontato di essere stata più volte sfiorata da dietro da una persona. Alla richiesta di aiuto della ragazza sarebbero intervenuti in sua difesa anche alcuni cittadini. L’uomo, apparentemente senza precedenti e regolare sul territorio, ha negato tutto, ma le dichiarazioni della giovane sono state ritenute attendibili; l’arrestato, inoltre, aveva pantaloni della tuta, ma non indossava mutande. Si sta valutando se abbia rivolto le sue ‘attenzioni’ anche ad altre due minorenni, presenti in piazza. Su disposizione del Pm Domenico Ambrosino è stato portato in carcere. A parte questo episodio accaduto prima, il grande evento si è svolto senza problemi. I partecipanti sono entrati nell’area muniti di ticket, utile a contarli, che poi hanno consegnato all’uscita. Guardia giurate hanno controllato gli accessi, metal detector in azione su zaini e borse. Dalla Questura hanno fatto sapere il dispositivo per la sicurezza ha dato esito positivo.


Riproduzione riservata © 2017 TRC