in:

E’ pronto a partire il cantiere che nel giro di tre anni riporterà il Liceo Sigonio nella sua sede storica in Via Saragozza. Un intervento da 11 milioni di euro

Tornerà più bello e più grande di prima. Nel cuore di Modena, in via Saragozza, è stato consegnato il cantiere per il restauro del Liceo Socio Pedagogico e Musicale di Modena. Nato nel 1500 come Convento, diventato poi la sede storica delle Magistrali, quindi di una parte del Liceo Sigonio e chiuso dal 2012, cioè dopo il terremoto, ora questo gioiello, luogo simbolo per tanti modenesi, tornerà a disposizione degli studenti e della comunità tutta. Un intervento per complessivi 11 milioni di euro, 900 giorni di lavoro che saranno eseguiti dalla ditta Pessina che si è aggiudicata il bando, consegna nel 2020. Ci saranno 40 aule di vario tipo, un auditorium con 160 posti dove prima c’era la chiesa e poi la palestra, aule speciali di tecnologie musicali, sale prove su una superficie complessiva di 7400 metri quadrati, di cui circa 4000 all’aperto, nel retro confinanti con lo spazio del Polo San Paolo e del complesso dell’Università di Giurisprudenza


Riproduzione riservata © 2017 TRC